Le origini di una passione

Amo definire questa bottiglia la ”preistoria” dell’azienda Monti, quando cioè mio nonno Monti Brunetto vinificava le proprie uve e ne faceva vino per la famiglia, per regalarlo a parenti ed amici e per venderlo sfuso.

 

E’ però nel 1969 che nasce il primo Montepulciano d’Abruzzo imbottigliato a Controguerra. Si, lo dico con orgoglio, è dalla nostra cantina sotto casa, allora in paese, che è uscita la prima bottiglia di Montepulciano d’Abruzzo prodotta a Controguerra.

 

Su invito di un nostro parente che aveva una rivendita di prodotti italiani a Colonia, tutto il Montepulciano d’Abruzzo della vendemmia 1969 fu mandato in Germania. Finì molto presto e, quando qualche mese dopo arrivò da Colonia la telefonata soddisfatta che invitava a inviare in Germania altro vino, la risposta di mio padre Elio e mio zio Antonio fu la seguente: “Volentieri ma…la prossima vendemmia! Il vino è finito!”. Così è nata l’azienda Monti.