5 & 6 Ottobre 2013: Le ricette

Ho avuto il piacere di essere invitata, con l'organizzazione di Francesco Annibali, insieme ad altri 6 esperti del settore e giornalisti, dall'Azienda Agricola MONTI di Controguerra (TE) per un tour enogastronomico teramano (il 5 e 6 ottobre) + visita alla loro azienda agricola, con degustazione di vini e abbinamento dei loro vini in 2 cene presso 2 ottimi ristoranti del territorio abruzzese, con prodotti tipici e piatti sia di terra che di mare.

 

 

L'azienda Monti è un'azienda a conduzione familiare che produce e vinifica vini DOC e DOCG utilizzando uve dei propri vigneti da oltre 40 anni. Infatti per prediligere l'assoluta qualità del prodotto la lavorazione sulle viti viene fatta a mano anche a scapito della quantità di vini ottenuti. E così la tradizione di famiglia viene portata avanti Emilia (figlia) ed Elide (moglie di Elio) in maniera così appassionata tanto da produrre viti di ottima qualità (quitrovate i tanti premi e riconoscimenti che l'azienda ha ottenuto nel corso del tempo).
In passato la loro produzione si estendeva soltanto 3 ettari, ora ne hanno 13. Questi terreni argillosi e sabbiosi danno così vita al Montepulciano d'Abruzzo, al Trebbiano d'Abruzzo, al Cabernet Sauvignon, allo Chardonnay, al Merlot, al Sangiovese, nonché gli autoctoni Pecorino e Passerina. Dalla fine degli anni '90 le bottiglie prodotte sono aumentate a 90.000, riscuotendo successo anche in America, Francia e Germania.
Personalmente, oltre agli ottimi vini, mi ha colpito la loro squisita accoglienza e poi anche l'eleganza della loro brochure, su sfondo di colore nero, inoltre il loro stemma: la faccia di un cane con la lingua di fuori, credo che ormai tutti sappiamo quanto io ami la natura e gli animali, e tantissimo i cani visto che ho un cane da oltre 5 anni (Maya).
 

Il nostro tour enogastronomico è iniziato sabato pomeriggio con l'arrivo presso il Grand Hotel Don Juan e subito dopo la   sera con una squisita cena a base di pesce presso il ristorante Beccaceci di Giulianova Lido (TE):
IL MENU': 
 
antipasti:
cruditè di mare: scampo e gambero rosso in acqua di pomodoro e pepe, ricciola marinata con erba cipollina, tonno con sale nero, rana pescatrice affumicata, tagliatella di seppia con pistacchi;
 
ricciola e tonno cotti sul sale rosso/rosa dell'Himalaya
 
zampone di mare ripieno di scampi e pangrattato
cozze gratinate al pomodoro
Vino in abbinamento dell'Azienda Monti: l'unico bianco dell'azienda Monti, il “Raggio di Luna“ Controguerra Chardonnay DOC, composto per l’85% da Chardonnay e per il resto da pecorino, passerina e trebbiano, al naso è floreale e fruttato di pesche gialle, ottimo con aperitivi e antipasti va  servito ad una temperatura di 10-12° C.
 
primo piatto:
paccheri con crostacei, pomodorini e bottarga di muggine
Vino in abbinamento dell'Azienda Monti: Cerasuolo D'Abruzzo DOC, in purezza. Ottenuto 
da una vinificazione in bianco: macerazione delle uve con le bucce per 6-8 ore e fermentazione senza bucce contenitore usato per la fermentazione acciaio, temperatura di fermentazione controllata, durata dell’affinamento prima dell’imbottigliamento 2 mesi circa. Ha un bellissimo colore rosso petali di rosa, all'olfatto ha note floreali quali fragolina e frutti di bosco, al palato ricorda una cerasa estiva; va servito ad una temperatura di 12-14°C.
 
secondo piatto:
gallinella con asparagi guanciale e salsa all'aglio
Vino in abbinemento dell'Azienda Monti: “Voluptas“, Montepulciano d’Abruzzo DOC in purezza, dal colore intenso rosso rubino e all'olfatto floreale e fruttato mi ha colpito il profumo di ciliegia e lampone (frutti che ho anche in giardino da me) perfettamente confermati anche al gusto. Si serve ad una temperatura di 18° C aprendo la bottiglia almeno un'ora prima del servizio.

dessert:
millefoglie alle pesche, gelato alla liquirizia, cannolo...semplicità e gusto per questo trittico dolce.
 



Il tour è proseguito anche nella giornata di domenica con la visita dell'Azienda Agricola Monti, peccato soltanto che il tempo non è stato affatto a nostro favore e quindi, inclemente, non ci ha fatto godere delle bellezze del panorama che fanno da contorno all'azienda stessa (per pioggia e nebbia in questo caso).
L'azienda agricola Monti è fornita di vasche di cemento utilizzate per la fermentazione e di botti di rovere di slavonia e in barrique francesi per l'invecchiamento dei suoi vini.
Unico vino bianco che produce questa azienda è il “Raggio di Luna“ Controguerra Chardonnay DOC, composto per l’85% da Chardonnay e per il resto da pecorino, passerina e trebbiano, al naso è floreale e fruttato di pesche gialle, ottimo con aperitivi e antipasti va servito ad una temperatura di 10-12° C; periodo della vendemmia seconda metà di agosto, per la vinificazione viene usata la pressa vaslin, in questo modo l’estrazione del liquido è progressiva e lascia al vino le caratteristiche della sua provenienza. Il contenitore usato per la fermentazione è in acciaio e la temperatura di fermentazione è controlla, durata dell'affinamento prima dell'imbottigliamento 2 mesi circa.

 

Tutti gli altri vini prodotti dall'Azienda Agricola MONTI sono rossi.
VOLUPTAS Montepulciano d’Abruzzo DOC: periodo di vendemmia: ottobre; durata della fermentazione e macerazione: 12/15 giorni; durata dell'affinamento prima dell'imbottigliamento: circa 6 mesi in cemento vetrificato. Vino dal colore intenso rosso rubino e all'olfatto floreale e fruttato mi ha colpito il profumo di ciliegia con nota di cioccolato e lampone (frutti che ho anche in giardino da me) perfettamente confermati anche al gusto, asciutto e vellutato. Si accompagna a carne di agnello e selvaggina ad una temperatura di 18° C.
 
SENIOR. Montepulciano d Abruzzo Colline Teramane DOCG, periodo di vendemmia: seconda metà di ottobre; durata della fermentazione e macerazione: 15/20 giorni; durata dell'affinamento prima dell'imbottigliamento: circa 8 mesi. Invecchiamento: botte di rovere di slavonia per 14 mesi, affinamento in bottiglia per circa 8 mesi. Si accompagna a carne di manzo, di pollo servito ad una temperatura di 18° C, aprire la bottiglia almeno 1 ora prima. Due le annate provate:
- il 2007 è un vino tradizionale di buona complessità e grandi doti strutturate e gustative, morbido e asciutto, sobrio e non spigoloso, senza sbavature. Si accompagna a carni rosse ad una temperatura di 18° C;
- il 2004 è un vino giovanile ma con colore intenso, al gusto persistente, non lascia mai il cavo orale, vino di grande equilibrio, ha un tocco di balsamico, è elegante e delineato, un 2007 potenziato.
 
RIO MORO CONTROGUERRA ROSSO D.O.C. RISERVA: prodotto da uve al 70% montepulciano, e il resto distribuito tra cabernet, merlot, sangiovese; periodo di vendemmia: ottobre; durata della fermentazione e macerazione in botti di rovere di Slavonia: 15/18 giorni; durata dell'affinamento prima dell'imbottigliamento: circa 18 mesi, durata dell’affinamento in bottiglia circa 8 mesi.
Si accompagna a carne di coniglio, maiale, selvaggina e a funghi ad una temperatura di 18° C.
Due le annate assaggiate il 2007 dal gusto di frutti rossi (mirtilli) e un finale di sottobosco e il 2005 in bocca è più immediato del 2007, ha note scure e balsamiche, di erbe aromatiche e una lunga persistenza;

 

PIGNOTTO Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane DOCG Riserva. Prende il nome proprio del vigneto. Periodo di vendemmia ottobre. Durata della fermentazione e macerazione oltre 22 giorni, invecchiamento in barrique francesi, affinamento in bottiglia 12/18 mesi, si accompagna a selvaggina e carni rosse, servito ad una temperatura di 18° C, aprire la bottiglia almeno 1 ora prima.
Tre le annate provate: il 2007 con sentori di sottobosco e frutta matura, il 2003 dal gusto più persistente con aromi di sottobosco e menta, e il 2001 con aromi di sottobosco e liquirizia.
 
Abbiamo proseguito (e terminato) il tour enogastronomico con il pranzo presso il ristorante Zenobi,  questo il menù:
antipasti:
salumi misti
panzerotti ripieni di crema di melanzana
tortino di zucca su crema di alici
caciotta di pecorino con focaccia di pane
spezzatino di agnello alla mediterranea
pallotte cacio e ovo
in abbinamento abbiamo bevuto questi vini dell'azienda Monti: il Raggio di Luna e il Cerasuolo
 

primi piatti:
timballo di scrippelle (crespelle) tradizionale teramano
ceppe in bianco con funghi porcini
chitarrina all'Abruzzese con polpettine di carne
in abbinamento abbiamo bevuto questo vino dell'Azienda Monti: il Voluptas.
secondi piatti:
capra alla Neretese (ricetta di origine antichissime della Val Vibrata)
agnello alla scottadito con contorno di patate
insalata mista
in abbinamento abbiamo bevuto questi vini dell'Azienda Monti: Pignoletto e Senior (2004).

dessert:
pizza dolce teramana, realizzata con pan di Spagna, cioccolato, caffè, alchermes e mandorle
 
Ringrazio tutti per la gentile ospitalità, partendo dalla perfetta organizzazione di Francesco Annibali, e tutti i vertici dell'azienda nelle persone di Emilia, Elide, Mirko e l'enologo Giorgio Vicerai giovane ed estremamente preparato (coadiuvato da Riccardo Cotarella) che con estrema passione e dedizione continuano a valorizzare il loro territorio, esportando i loro prodotti anche in altri paesi.
 
 
 
Ringraziando, si riporta LINK all'articolo originale